martedì 8 maggio 2007

We Are The World

Il 22 Aprile, l'Earth Day, milioni di persone si si sono impegnate per pulire il nostro pianeta. Ma, come River Phoenix ci fa notare, ogni giorno dovrebbe essere l’earth day per salvare la terra.

Heavens mourn above us until dawn

Weeping see her tears as rain they fall

Winds whip through canyons

Manifesting splintered wrath

Mother knows that we've betrayed her

Dealing with the aftermath.

Sailing ocean cross the sea

Floating vessel carries me

Once I'm there, what is it worth

If I'm betraying Mother?

Stormy weather abruptly

Changes my course suddenly

It's so unfair starting at birth

Still mistreating Mother Earth.

So you see my friends what we have done

Shadows linger overhead

Heavy like the fog in the valleys

Under heavy earth lay dead.

In a boxcar hides an orphan

Seeking shelter, nothing more

Gliding now tracks lay before him

Leading him to distant shore.



Queste sono le parole della canzone Betraying Mother. Quest'anno, il 1990, l'anno in cui mi sono lasciato alle spalle l'adolescenza, l'anno in cui ho capito una cosa importante: noi dobbiamo guarire il nostro pianeta se vogliamo sopravvivere. Siccome i miei genitori sono così legati alla natura e sappiamo che il Pianeta Terra è la nostra casa, sono sempre stato consapevole del fatto che abbiamo bisogno di prenderci cura della terra mentre vive, mentre respira, sostenendo, alimentando la nostra casa. Quando ero bambino, le altre minaccie come guerra nucleare, tutte le guerre sparse per tutto il pianeta, carestia, povertà, crimine, medicine, prigionieri politici ed una mancanza complessiva di compassione per ogni cosa vivente mi sembravano molto più gravi. E durante la crescita ognuno di noi ha anche i suoi problemi personali.Nei nostri anni da adolescente accadono molte cose. Passiamo dall'infanzia ad un periodo in cui gli ormoni prendono il sopravvento. Tutto sembra accadere velocemente ci sviluppiamo fisicamente e assumiamo molte più responsabilità a casa. Abbiamo a che fare con la scuola, e ci viene posta di continuo la pressante domanda "Cosa farai da grande?", cerchi di essere un buon esempio per gli altri fratelli, scegli il college ed un milione di altre cose nelle nostre menti che hanno veramente poco o nulla a che fare con la nostra relazione con Madre Terra e la nostra vera natura come esseri umani. Così crescendo, era un vero sollievo pensare che i nostri ufficiali eletti si sarebbero presi cura di tutti quei problemi riguardanti il pianeta, mentre noi ci concentravamo solo sulla crescita. Ora è ovvio che non solo nessuno si stava prendendo cura della nostra casa come noi credevamo, ma che queste persone, e ancora oggi lo fanno, perpetuavano la distruzione del pianeta.Ora guardando al mio futuro, sono stupito di come la terra stessa ci stà dimostrando in tanti modi che c'è stata un'ingiustizia fatta dalla stessa umanità. Le recenti inondazioni devastatrici, frane e cambiamenti di clima ci mostrano il dolore della terra e come il nostro ecosistema ha perso il suo equilibrio. A questo punto, noi non solo abbiamo inquinato la terra sulla quale viviamo, le acque che beviamo e in cui nuotiamo e l'aria che respiriamo, ma abbiamo alterato anche l'atmosfera stessa.Ora siamo in un'emergenza globale, e per questa ragione io sono molto grato all'Earth Day 1990, che spero mobiliterà un esercito cittadino massiccio e mondiale per riparare al disastro planetario.Ci sono soluzioni a questi problemi, ma la maggior parte di queste dipendono dallo sforzo degli esseri umani. Elencherò i problemi e ti chiedo di unirti a me e divenire una parte della soluzione.L'effetto serraI gas sono intrappolati nell'atmosfera che si comporta come il vetro di una serra che fa entrare la luce del sole, ma non permette ai raggi infrarossi di uscire. Perché le nostre foreste ed oceani non possono filtrare tutto il diossido di carbonio che immettiamo nell'atmosfera (combustibili, macchine), che viene intrappolato mettendo pressione sul pianeta. Dobbiamo usare meno energia, meno elettricità e dobbiamo ridurre l'uso di combustibile fossile (soprattutto carbone e petrolio). Dobbiamo diminuire l'uso di benzine, dobbiamo passare dall'uso di combustibili fossili all'uso di fonti di energia rinnovabili – come l'energia solare – che non contribuiscono al riscaldamento globale. Noi dobbiamo piantare più alberi perché sono i magazzini naturali di diossido di carbonio.Lo strato di ozonoLo strato di ozono si trova sette miglia su nell'atmosfera ed è un scudo dai raggi ultravioletti del sole. Questa membrana delicata è distrutta dai prodotti chimici che portano esalazioni fin lassù – principalmente il clorofluorocarbonio (CFCs) quello usato nei condizionatori di aria, frigoriferi Styrofoam (come i cartoni dei fast food) e solventi industriali. Questi CFCs mangiano l'ozono e contribuiscono all'effetto serra. Dobbiamo lavorare per leggi che proibiscano l'uso dell'CFCs. Quella è la chiave. Non possiamo aspettare che sia qualcun altro a farlo – tu cambi il mondo cambiando te stesso.Distruzione delle foreste pluvialiQuarantanove milioni d'acri di foresta pluviale sono distrutti o sono degradati ogni anno. Sarebbe l'equivalente di un campo di calcio e mezzo ogni secondo. Queste foreste sono fonti vitali di ossigeno: moderano il nostro clima, prevengono inondazioni, e sono la nostra migliore difesa contro l'erosione del suolo. Le foreste riciclano e purificano la nostra acqua. Un quarto di tutti i medicinali prescritti negli Stati Uniti è prodotto da materie prime trovate in queste foreste. Sono la casa di milioni di piante ed animali. La bellezza ed inspirazione di queste foreste sono importanti per milioni di persone. La distruzione delle foreste pluviali contribuisce all'effetto serra perché non c'è nessun modo di ripiantare questi gioielli di natura abbastanza velocemente per riparare all'ammontare esorbitante di diossido di carbonio che rilasciano nell'atmosfera quando le stesse foreste vengono bruciate.Contribuisce alla distruzione delle foreste pluviali l'importazione annuale nel nostro paese di milioni di libbre di carne dall'America Centrale. Questi paesi stanno bruciando le loro foreste per creare pascoli per il bestiame bovino e hanno reso le loro foreste pluviali inapprezzabili. Noi dobbiamo opporci all'uso di questa carne (specialmente usata nei fast food); dobbiamo chiedere di fermare la distruzione delle nostre foreste. Una ragione che ha spinto i nostri vicini di casa dell'America Centrale e meridionale a partecipare a questa distruzione sono i debiti tremendi che hanno con molti paesi in tuto il mondo. Esportando carne si procurano i soldi per pagare questi debiti. Io dico che dobbiamo trovare un modo per aiutare queste popolazioni a pagare questi debiti.È una tragedia che mille piante e specie animali scompaiano ogni anno a causa della distruzione delle foreste pluviali tropicali – e che le tribù natie di queste foreste vengano cacciate da questi luoghi. Scomparendo queste foreste, molti dei nostri uccelli migratori stanno perdendo anche le loro case dove svernare. Stanno morendo, e questo è dannoso perché controllano la popolazione di insetti – ed è tragico perché il mondo perderà la loro bellezza.ImmondiziaLa nostra società crea ogni giorno un mucchio d'immondizia. Dobbiamo perfezionare il programma di riciclaggio nelle nostre case, scuole e comunità. Tu puoi cominciare riciclando l'alluminio, il vetro, i giornali, il cartone, e la carta. Parla con i tuoi insegnanti e contatta i tuoi organi statali per scoprire come puoi agire. Compra prodotti confezionati in contenitori riciclabili. Sii persistente. Sii entusiasta. Sii determinato.Prodotti chimici, tossine e pesticidi Ci stiamo letteralmente avvelenando a causa degli insetticidi spruzzati sulle nostre produzioni; i fattori chimici vengono scaricati sui nostri terreni coltivati per nutrire il suolo; ormoni, eccitanti di crescita, sedativi, ed antibiotici alimentano animali e, chiaramente, le sostanze inquinanti fuoriescono nell'aria.Gli insetticidi non colpiscono solo la creatura che li ingerisce. Si accumulano nei tessuti animali e poi, dato che un organismo è mangiato da un altro, integrano concentrazioni di materiali chimici sempre più alte. Questo vuole dire che un verme che vive nel suolo immagazzinerà insetticidi nei suoi tessuti. Poi un uccello mangerà il verme ed ingerirà l'insetticida mangiato dal verme – considera le migliaia di altri vermi che ingerisce nella sua vita. Su ciascun anello della catena alimentare, la concentrazione di elementi tossici è aumentata paurosamente. Lo stesso vale per vacche o polli o maiali. Gli animali cresciuti nelle fattorie hanno grosse concentrazioni di tossine chimiche perché vengono nutriti con grandi quantità di pesce (carne di pesce che vive in acque inquinate); ed i loro alimenti vegetali vengono cresciuti su terra spruzzata con insetticidi; e loro sono nutriti con questi alimenti per essere mantenuti sani, vivendo in condizioni sporche ed innaturali in questi fattorie. I giorni in cui si vedeva il bestiame che pascolava nei prati verdi sono finiti.Questi veleni sono trattenuti nel grasso degli animali. Gli animali sono divenuti i corrieri più forniti di tossine mortali. Tu siedi alla cima della catena alimentare, ed ogni qualvolta mangi qualsiasi cosa che viene da natura, stai ingerendo queste tossine.Le soluzioni a questi problemi impiegheranno tempo per attuarsi completamente, ma verranno portate a termine. Io ho imparato che se non puoi portare a termine insieme a tutti questa cosa chiamata la pace, fai almeno la tua parte nella tua vita, perché è lì che puoi cambiare davvero le cose. Mi piacerebbe fermare tutte le guerre mondiali, ma per una persona sola è impossibile. Ma io posso fermare tutte le guerre della mia vita. Posso partire da me, migliorando le mie relazioni con gli altri. Mi piacerebbe eliminare la fame dal mondo e la carestia, ma un uomo solo non lo può fare. Ciò che posso fare è usare il mio tempo, energia, e soldi aiutando i poveri. Ed anche se io non posso fermare ogni crudeltà fatta alle creature viventi, posso essere più gentile con ognuna di loro.La pace comincia con te. Adesso. Noi dobbiamo accendere la lampada della nostra coscienza così che non metteremo mai in dubbio i nostri ideali e la voglia di fare. Perché se il percorso lungo la strada che ci siamo prefissati è coperto di spine, egoismo, crudeltà e avidità, stai sicuro che il risultato ci condurrà a dove siamo noi oggi... Vicini alla fine, se non facciamo rapidamente qualche cosa.Così, ho messo in discussione tutto con la luce della coscienza per vedere se la strada che ho preso mi avrebbe portato alla pace. Nella mia vita ho deciso:
 di non mangiare carne o prodotti di animali o usare le loro pelli per il mio abbigliamento, scarpe o decorazioni. C'è così tanta crudeltà el consumo animale che se io posso fermare il loro dolore boicottando i loro prodotti, immediatamente lo farò.
 di riciclare. Anche cambiare le mie abitudini di tutti i giorni. Io tento di usare poche cose e riciclarle ogni volta che posso. di parlare chiaro e far sentire la mia voce allo Stato, divenendo politicamente attivo, facendo pressioni a Washington e partecipando a manifestazioni pacifiche ed istruttive.
 di utilizzare sempre meno quei prodotti che fanno male alla terra. Nella nostra famiglia, non siamo mai stati dei grandi celebratori di feste, ma quest'anno mia madre ha chiesto per la prima volta di fare qualcosa per la Festa della Mamma. Vuole che l'aiutiamo ad attirare l'attenzione di tutti su questo giorno che dovrebbe essere dedicato alla madre di tutti noi – Madre Terra. Se verranno fatti regali, saranno fatti per la Terra. Potremmo piantare alberi, potremmo fare donazioni a gruppi ambientali, o potremmo donare altri regali per promuovere la comprensione sulla condizione del pianeta. Questo lo renderebbe un giorno che vale la pena d'esser festeggiato.Con l'aiuto di tutti di voi, attendo con ansia quel giorno in cui la nostra generazione lavorerà insieme per creare un ambiente felice, sano, pulito ed affettuoso.


River Phoenix

tratto da Seventeen, Aprile 1990

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan