domenica 6 maggio 2007

Un fantastico mondo di sogni...

Il nostro caro sindaco, il giorno diciotto del mese di marzo, dichiarò sulle pagine di un quotidiano locale che per la fine d’aprile, l’intero sito dell’ex base Nato sarebbe stato totalmente sgombrato dai rifiuti, nonché bonificato. Dopo più di un mese, il momento è giunto. Indosso il mio vestito migliore, salto in macchina e mi dirigo nel suddetto luogo, una volta dimora della spazzatura, oggi oasi naturale. Le poche curve che mi dividono dalla basa Nato provocano in me un sentimento misto a commozione e a soddisfazione. La promessa del primo cittadino è mantenuta e tutto è tornato alla normalità, anzi la bonifica preannunciata da Di Biasio sicuramente ha donato a tutta l’area in questione, un nuovo splendido scenario. Uno scenario fatto di natura, animali liberi, bambini che giocano tra i prati; e pensare che fino al mese scorso c’erano tonnellate di rifiuti. Ke forza il nostro sindaco, pensavo. Sono quasi arrivato, ho appena superato il vigneto dal fregio Doc che dopo l’ultima grande operazione del sindaco, sicuramente scalerà senza problemi l’economia enologa mondiale. Ci siamo. La commozione è forte, ecco, i miei occhi finalmente gusteranno il nuovo look della base nato, definibile sicuramente come la perla naturalistica dell’alto casertano. Anche se al dire il vero sento un odore molto familiare: saranno margherite? Forse gigli? O meglio, rose. Invece no è la MUNNEZZA. Il mio cuore dinanzi a tale spettacolo si è rotto. Tutte le aspettative buttate inesorabilmente nel cesso, le fiducia annullata e lo sguardo offeso. Ma come, il sindaco aveva detto che sarebbe stato tutto risolto e invece…..tutto come prima. Mentre la puzza si stampava sul mio vestito delle grandi occasioni, ho pensato: Sindacuccio bello e caro ma che cazzo prometti cose che sai che non si possono attuare, ma lo sai che quando si dichiara qualcosa su di un giornale (se così si può dire) ufficiale e cosa decente mantenere ciò che si è detto, se no si fanno solo figure di merda. Voglio sorvolare sul fatto delle figure di merda, ma Selleccola anche se a te non sembra, è una questione delicatissima e non può essere l’ennesimo momento di propaganda selvaggia. Non si scherza su l’ex base nato, e le tue dichiarazioni sono state veramente un scherzo di cattivo gusto. Sindaco, ma non lo sapevi che puntualmente ogni anno vi è la saturazione delle discariche, e che conseguenzialmente non c’è posto ne per i rifiuti urbani figurati se trovano un metro quadro per la munnezza di Selleccola. Lo so che a te, come nocelletese, non ti tocca la situazione e forse non sai nemmeno dove sta la base Nato, ma c’è gente che è veramente stufa e incazzata per l’approccio lascivo e superficiale che da anni si è assunto verso la situazione Selleccola. Lo so che finché i casanovesi (cosa che non faranno mai perché troppo succubi del vostro operato) non prenderanno i trattori, le ruspe le carriole i secchi e qualsiasi tipo di recipiente e scaricheranno la munnezza di selleccola nei cari pescheti di Nocelleto, non si farà nulla in merito. Tuttavia, spero che i gentili abitanti di Casanova (e non) evitino di assumere un atteggiamento di rassegnazione verso tale situazione e rammentino cosa successe a Croce di Casale, dove l’intera cittadinanza, appena ha sentita nell’aria la parola discarica hanno bloccato tutto, evitando che rifiuti arrivassero tra i propri confini. Rifiuti che da come abbiamo visto, hanno avuto una destinazione diversa, una destinazione ormai stabile che giorno dopo giorno rende il tutto sempre più problematico e NOCIVO. In conclusione vorrei ringraziare il sindaco Di Biasio di regalarci quotidianamente un mondo fantastico di sogni, dove tutto e pulito e armonioso, dove la realtà supera l’immaginazione. Distinti saluti al capo della tribù di Carinola. .

DePopa

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan