domenica 2 dicembre 2007

Ritorno all' Ovile?


Non dovremmo più permetterci di considerare i nostri diritti completamente staccati dai doveri di chi ci amministra. Ma il condizionale in questi casi è d’obbligo.
Chi scrive è una persona che ama sognare; e che plasma ogni istante dentro di sé le fattezze di un mondo utopico, dove persino il più elementare diritto di ogni essere umano viene considerato un obiettivo primario da perseguire.
Nel mio mondo utopico le persone un bel mattino si svegliano e, non sentendosi più rappresentate da chi invece avrebbe dovuto garantire loro quantomeno una vita dignitosa, decidono di voltare pagina.
Nel mio mondo utopico, quelle stesse persone che fino al giorno prima non hanno condiviso nulla se non la terra - nel senso più materiale del termine - e che si ritrovano improvvisamente a dover fronteggiare una terribile minaccia alla loro salute e a quella dei loro figli, al loro risveglio si uniscono e si ribellano, lasciando a casa bandiere e ideologie, in nome di un obiettivo comune.
La mia utopia è il sentire la necessità del cambiamento come un fine irrinunciabile, un desiderio fondamentale, e non una “possibilità” tra tante altre.
Fin dalla sua nascita ad ogni uomo, unitamente al suo nome, viene affidato un “compito”: perseverare nella rivendicazione della propria libertà e di quella di chi gli sta intorno.
Che gioia poter sognare!!! Ma al risveglio, ecco materializzarsi l’agghiacciante realtà!
Inorridisco pensando che tra pochissimi mesi ci saranno nuovamente le elezioni, e molto probabilmente, come pecorelle smarrite, tutti insieme torneremo all’ovile: andremo ad affollare le urne disegnando graziose crocette sui nomi di quelle stesse persone che oggi ferocemente condanniamo. Costoro verranno da noi, a prometterci favori, sorrisi e prosperità. I re, che durante la lotta erano stati denudati, torneranno a vestire gli abiti migliori! E non saremo forse proprio noi a cucirli per loro?
Se così, allora meritatamente continueremo a pascolare, obbedendo a tutti questi buoni pastori.
E a testa bassa continueremo a mangiare l’erba. Ovviamente contaminata.

AliceNelPaeseDelleMeraviglie


 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan