sabato 12 gennaio 2008

Il più grande dei privilegi - l'irresposabilità

Leggendo il gettonatissimo bestseller LA CASTA si ha una ampia cognizione dei privilegi che si sono arrogati i nostri attuali governanti dal più piccolo assessore al la presidenza della repubblica. Si legge che il Quirinale costa sette volte l’Eliseo, senza averne però la stessa importanza, che il Parlamento italiano spende più dei parlamenti delle maggiori nazioni europee messe insieme. I nostri politici godono di stipendi elevatissimi oltre a viaggi gratis in Italia e all’estero, indennità ,taxi, albergo, portaborse e ultimamente hanno chiesto anche una indennità di compagnia per la notte. A queste quisquilie bisogna aggiungere qualche presidenza o consigliere di amministrazione in uno degli innumerevoli enti inutili, per noi, ma utilissimi per loro. Nel libro però non viene citato il privilegio più grande di cui godono tutti i politici italiani che è l’irresponsabilità per gli atti che adottano. Nessuno è responsabile delle cose negative, in verità poche perché una stampa prezzolata ci racconta che tutto funziona alla perfezione in una nazione ricca moderna e felice. Se succede che un ministro licenzia un membro del C.D.A. della RAI e questi viene reintegrato dal T.A.R. se un altro ministro rimuove un generale e anche questo viene reintegrato o il governo cita una direttiva sbagliata in un decreto legge nessuno è tenuto a dimettersi , nessuno viene licenziato o semplicemente redarguito. L’opposizione lancia flebili proteste perché pensano di fare peggio se andranno al governo. Ma il massimo del privilegio dell’irresponsabilità lo possiamo verificare in questi giorni che stiamo vivendo l’ennesima crisi dei rifiuti in Campania. LE immagini di uno scandalo mai visto in nessuna parte del mondo, che fanno vergognare l’Italia , che comportano anche perdite economiche incalcolabili, immagini che sono la foto della cattiva amministrazione, dell’incompetenza, del dispregio assoluto del decoro e della salute dei cittadini che conseguenze comportano sul quadro politico? Nessuna. Il presidente della regione ammette una piccola responsabilità ma subito si affretta a dire che non si dimette, la nonna sindaco dichiara che ha fatto il suo dovere informando il capo del governo , questi prima di intervenire deve ultimare la settimana bianca, intanto la gente annaspa nell’immondizia con scuole chiuse ,sommosse ,malattie in aumento , chi è responsabile? Nessuno. Chi deve pagare le conseguenze di scadimento di immagine dell’Italia nel mondo? Nessuno. Con la loro faccia tosta si presentano pure in tv senza contraddittorio, a dire quello che si deve fare per risolvere la crisi , si presenta pure il pseudo ministro dell’ambiente( sic) che ci illustra come raccogliere le carte di caramella mentre ci troviamo in un mare di monnezza. Il Pecoraro è il quadro più eloquente dell’irresponsabilità basta guardare la sua faccia ambigua e irriverente con il suo ghigno abbronzato al sole dei congressi spesati,che dice fate bla bla tanto a me nessuno mi smuove . Come è possibile, hanno sperperato un milione di milioni di euro tra amici e conoscenti e adesso dicono che non sanno niente ,che loro non c’entrano è colpa dei commissari,ma chi li ha nominati i commissari? Chi li doveva controllare? Le risposte sono semplici , sono loro i colpevoli, ma loro si avvalgono del loro più grande privilegio: l’irresponsabilità delle loro azioni. Perciò non possiamo far niente se non sperare che passi presto questa emergenza e aspettare la prossima.



BELFAGOR

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan