martedì 11 marzo 2008

Appello per il voto

In questi giorni tutti mezzi d’informazione ci illustrano la composizione delle liste elettorali da proporre agli elettori a livello nazionale e locale. Tutti cercano di accreditare ai propri candidati l’ imprinting della novità, sperando così che la gente comune si illuda di smuovere l’attività politica dalla stasi in cui si trova.
Appare chiaro però che vogliono cambiare tutto affinché nulla cambi, in quanto per loro va benissimo così, compresa la vituperata legge elettorale che ha creato tanti Caligola. Infatti, come Caligola nominò senatore il suo cavallo, i nostri nominano industrialotti, operai, veline, studentesse, figli, nipoti mogli, pregiudicati, indagati ecc. e noi non possiamo fare niente.

Ognuno fa le proprie valutazioni sulle sciocchezze che dicono e vota a piacimento. Speriamo che la gente comprenda che il voto a livello nazionale incide anche su quello locale. Per dirla a denti stretti, chi vota il partito di Bassolino a livello nazionale, vota anche per la sua permanenza per molti anni ancora con nessi e connessi. Bisogna comunque rispettare democraticamente l’opinione di tutti, e purtroppo subirne anche le conseguenze. Scendendo nella nostra realtà locale, la novità è rappresentata dalla mescolanza dei vecchi amministratori in due liste diverse. Una vera schifezza, ma bisogna sempre guardare il lato positivo: se si presentavano insieme non ci sarebbe stato alcun dubbio sul risultato finale. Non servirà al rinnovamento, ma si spera che almeno serva per svelarci le attività nascoste del comune. Sembra infatti che siano stati immobili per cinque anni, invece hanno impegnato notevoli somme per consulenze, per pozzi (di acqua), monopolizzato la gestione dei servizi comunali per decenni, sulla pelle di una futura generazione, compreso il servizio cimiteriale che in questo comune diventerà il più caro d’Italia. Se si riuscirà a conoscere i particolari di tali spregiudicate operazioni di alta finanza già sarà un discreto risultato. Il cittadino si sente impotente e deluso, in particolar modo quella frangia più sensibile ed evoluta che si aspettava una svolta vera. Bisogna pero’ accontentarsi di quello che si ha disposizione: la lista innovativa non esiste e bisogna decidere sulle liste in campo . Il tutor della vita carinolese non c’è più, si dice che sia dietro le quinte a muovere i fili ma non è la stessa cosa. I suoi assistiti, di entrambi gli schieramenti. Sono orfani ma più liberi di agire con discontinuità rispetto agli anni scorsi, non sulle chiacchiere ma su fatti concreti. Oltre i programmi fantasmagorici già sbandierati dal compagno Rotunno, impegnarsi a correggere le vergogne della amministrazione appena conclusa: cimitero, pozzi , consulenze ecc. impegnandosi a tener presente che sono soldi dei cittadini che devono essere usati per il bene pubblico, non per comprare voti. Già ottener queste poche cose serve a giustificare il voto per chi si impegna in tal senso. Se Marrese avrà il coraggio di disconoscere alcune azioni del suo sindaco, prima di tutto la localizzazione del sito di stoccaggio delle ecoballe a Casanova, e non ci sarebbe niente di criticabile, anzi, basta guardare il comportamento di Veltroni con l’operato di Prodi. Adesso hanno bisogno di noi: questo voto di scambio è legittimo, chi si impegna a tagliare col passato deve essere sostenuto e votato, contro chi vuole la continuità dell’amministrazione precedente che ha quasi fatto fallire il comune per arricchire quattro sciacalli. Non votare significa favorire, anche se inconsapevolmente, coloro che condividono l’operato della passata amministrazione e di conseguenza il continuo per altri cinque anni. Invece invitarli a pubblici dibattiti in cui si devono impegnare pubblicamente ad agire correttamente su pochi punti ben specificati. Non rispetteranno gli impegni? Poco male, ci resterà la soddisfazione di aver strappato almeno l’impegno, meglio di niente. Dopotutto ci siamo abituati… Di Biasio ci promise che avrebbe fatto suonare l’orologio della piazza

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan