mercoledì 21 maggio 2008

Finalmente, il responsabile

Oggi si riunirà per la prima volta il consiglio dei ministri scaturito dalle elezioni di Aprile. All’ordine del giorno due punti, sicurezza e rifiuti di Napoli. Gli organi informativi sia la carta stampata che televisioni hanno dato ampie anticipazioni sulle proposte per risolvere i due problemi che sono giustamente definiti emergenze. Abbiamo sentito di tutto da parte dei velinari di regime che confondono i rom con i lavoratori clandestini o con i turisti comunitari, legalmente in Italia senza visto o permessi vari.

La situazione in termini di legalità di questa nazione è catastrofica, in balia di una vera invasione incontrollata di figuri provenienti da tutte le nazioni sottosviluppate del mondo. Definire emigranti gran parte di questa gente è una ulteriore offesa agli emigranti veri di tutti i tempi compreso i nostri genitori. Per emigrante si deve intendere una persona eroica che si reca in una terra straniera, il più delle volte molto lontana, per lavorare allo scopo di migliorare la sua situazione di vita e quella della sua famiglia.
Alcune di queste persone arrivano viaggiando sul ponte della nave di linea o nel corridoio del treno a volte per giorni muniti di documento identificativo e con un permesso almeno turistico. Gli “ altri” arrivano o con i barconi o attraverso il confine sloveno o dentro camion nascosti tra le merci, commettendo già all’arrivo un reato. Autentici zombi che si aggirano nel nostro paese dediti quasi sempre ad attività illegali, molte volte anche perchè costretti non avendo mezzi di sostentamento. Non si possono nemmeno rivolgere ad associazioni caritatevoli per paura di essere identificati.
Queste persone, in numero tollerabile fino a qualche anno fa, sono aumentate a dismisura negli ultimi tempi subendo un accelerazione spaventosa negli ultimi mesi. Col governo buonista ed ideologico della sinistra si è diffusa l’idea in tutti i diseredati del mondo che in Italia alcuni reati come il furto non sono perseguiti. L’arrivo di questo numero enorme di disperati, obbligati alla illegalità per sopravvivere, ha creato la reazione della gente comune che ne subisce le conseguenze con vere e proprie rivolte. Questa tipologia di immigrati a cui bisogna aggiungere l’arrivo di quasi tutti gli zingari rumeni uniti ai delinquenti indigeni, già abbastanza numerosi , hanno creato l’emergenza criminalità o sicurezza. Di chi la colpa? Non si sa.
L’altra emergenza, paradossale perché dura da quindici anni, è quella dei rifiuti di Napoli. Non c’è bisogno di dilungarsi sull’argomento perché dopo tanti anni è conosciuta da tutti compreso le ingenti somme spese, sic, dalla banda Bassolino. Una riflessione è doverosa, Bassolino ovunque si trova oltre ad asserire di non essere responsabile, se non marginalmente, del disastro campano, sbandiera il fatto che non ha preso soldi dagli appalti miliardari gestiti da lui. Mi auguro che la prossima volta il velinaro di turno che lo intervisterà gli chieda da dove proviene il suo pluridecennale potere. Forse dalla sua simpatia o dalla sua eloquenza?
Di chi la colpa di questa tragedia materiale e morale del popolo campano ? Non si sa. Berlusconi in campagna elettorale si è impegnato a risolvere entrambi i problemi in breve tempo. Con la sua verve di manager (privato) di lungo corso ha convinto tutti di saper risolvere il problema impegnandosi più del necessario. Non era necessaria la convocazione del consiglio dei ministri a Napoli che provocherà le richieste di tutti i bisogni dei napoletani oltre a quella dell’immondizia di cui artatamente è stata acuita la crisi per l’occasione.
Non si dubita del suo impegno per la soluzione delle due emergenze, ma di quello degli altri, forze dell’ordine magistratura e vertici degli enti locali. In caso di mancanza di risultati, non prevedendo alcuna sanzione per questi soggetti, qualunque piano è destinato al fallimento. Già in mattinata il direttore dell’Europeo, uno di quei giornali che paghiamo senza leggere, preannunciava il fallimento senza nemmeno sentire i provvedimenti da adottare. Comunque vada almeno un risultato certamente lo conseguirà, la risposta alla domanda chi è il colpevole delle due emergenze prioritarie per gli italiani cioè criminalità e spazzatura? Silvio Berlusconi.
Tra un paio di giorni o forse già da domani sentiremo ripetere sempre il suo nome come la causa delle nostre principali disgrazie. Bassolino e collega giuliva hanno già stappato lo spumante per festeggiare.


Belfagor

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan