martedì 11 novembre 2008

La più sonnolenta delle associazioni

C’è una cosa che mi piacerebbe tanto fare a Natale: regalare una sveglia, una di quelle antiche e belle trillanti, ad ogni ragazzo di Casanova, soprattutto a quelli di “Nessun dorma” che, dopo un’ improvvisa quanto effimera vampata estiva, sono caduti irrimediabilmente in un letargo senza speranza.
Neppure i fulmini che cadono sonoramente molto vicini a loro riescono a svegliarli. E certamente non li sveglieranno neanche i rintocchi del campanile che si prepara di nuovo a suonare proprio vicino alle loro orecchie e che, tutto sommato, non farà male a nessuno.
Che siano stati tutti punti dalla mosca tze tze?!!.....
O forse la monnezza che circola in paese è ormai irrilevante e non desta la loro attenzione, visto che solo di monnezza ci si riesce ad occupare ultimamente!
Quando sentii di questa nuova associazione, dal nome impegnativo, rimasi veramente molto contento. “Wow!- pensai – finalmente un po’ di giovani che si mettono in discussione. Avremo chi tutela e sorveglia il territorio e potremo stare un po’ più tranquilli!”
Invece un mio amico, molto più realisticamente e forse cinicamente, mi disse: “Uh…vedrai! Dormiranno a sette materassi… Non li conosci i giovani casanovesi? Non hanno gli zebedei per certe cose.”
Lui non aveva torto. Ed io mi sono rivelato  il solito ingenuo.
Mi aspettavo tante cose: presenza assidua e costante ai Consigli Comunali, un foglio informativo per il pubblico dopo, manifesti, manifestini, dibattiti pubblici con gli amministratori, iniziative formative volte ad educare il cittadino alla conoscenza e al rispetto del territorio, civili battaglie per il risanamento del territorio laddove è stato violato, attenzione al patrimonio artistico, stands informativi messi in particolari occasioni anche solo per farsi conoscere e reclutare soci o simpatizzanti, sorveglianza costante sul territorio e sull’operato dell’amministrazione…. Mi aspettavo, insomma, una presenza giovanile attiva e determinante nella vita del Comune.
E invece?…E invece, niente!
Allora mi è venuto un dubbio: forse quel  nome altisonante, alla Pavarotti, è solo un modo un po’ scherzoso per definire un gruppo di inguaribili pigroni che si dilettano nel dolce far nulla. Una barzelletta insomma.  Una presa per i fondelli per se stessi e per gli altri.
Dico: era proprio necessario illudere le persone che magari in questa associazione ci hanno creduto e si aspettavano qualcosa di buono?
Chi decide di assumersi delle responsabilità per la comunità e il territorio, dovrebbe essere consapevole dell’impegno di cui si è caricato e dovrebbe avere la costanza di portarlo avanti. O almeno provarci.  Se poi si vuole continuare a fare i bambini anche a trent’anni, beh allora è meglio rimanere a dormire ed evitare questo tipo di inutili azioni.
Mi sembra però giusto far osservare a questi ‘nessundormienti’ che lo strapotere di chi amministra o governa, poggia proprio sulla pigrizia e sul qualunquismo di chi guarda, osserva e lascia correre, senza voler muovere un dito. Lamentarsi poi, non serve a nulla.
E dopo questa piccola precisazione, vi auguro sogni d’oro!
Gatto Silvestro

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan