giovedì 19 febbraio 2009

sulle tracce dell'ultimo santone del sud Italia..


    Sono ore queste di agitata trepidazione e di grandi emozioni, di partenze improvvise dove l’Oriente sembra essere la rotta più battuta. La folla è in delirio, gli uomini organizzano grandi falò mentre alcune donne si toccano il grembo pensando probabilmente a Lui. Qualche ora fa infatti, a conferma di quanto sapevamo, è giunta un’ ambasceria dal Gibuti, arrivata in groppa a degli enormi cammelli. Sembra la scena di un Kolossal ma è la pura realtà. Si tratta forse di due possenti guardie del corpo che stanno ora accompagnando uno sciamano dai tratti somatici antichissimi, condotto per le scale del comune dal colonnello Josè Mario Tuozzi. Ma prima di andare avanti ripetiamo quella che è la notizia del giorno. Da fonti molto vicine al suo team possiamo confermare che il sindaco di Carinola Gennaro Mannillo è da due giorni chiuso con pochi seguaci nella stanza del comune, in un stato di grande allucinazione in cui, dicono concordi medici e santoni, potrebbe rivelare una grande illuminazione per il genere umano. Sono arrivate le televisioni nazionali e internazionali già da qualche ora, ma nessuno ancora è riuscito ad entrare e vedere il “figlio del ventunesimo secolo”. Così è stato battezzato dai media il nuovo messia della politica, l’uomo del cambiamento, “vestito di sabbia e di bianco”, come direbbe il cantautore genovese.
    Alcune fonti ufficiose parlano di una grande alcova, con zanzariere giunte dal Sudamerica, che pare sia stata installata nella stanza del sindaco al posto della scrivania, con cuscini a terra e incensi profumati sempre accesi, in modo da permettere il crearsi di un ambiente naturale per la levitazione, che pratica una volta al giorno.
    Ma la domanda che tutti si pongono ora è come sia potuto entrare improvvisamente in questo stato di tranche? Ebbene la scienza concorda su questa versione: siamo a metà febbraio ed esattamente un anno fa si stavano formando le due liste per le amministrative in questo comune della provincia di Caserta. Ebbene tenetevi attaccati alle sedie prima di sentire questa cosa: Gennaro Mannillo aveva bevuto a sua insaputa un potente filtro magico che gli ha consentito di lasciare Pascale il Grigio (suo ex cobelligerante politico) per allearsi con Marcantonio il Russo. Il filtro però, versato nel vino da un’accattivante donna senza scrupoli, sarebbe dovuto durare per cinque anni. E invece cari lettori, la mole protomaschia di quest’uomo ha fatto in modo che sia durata solo anno.
    Cosicchè,  finito di colpo l’effetto ma scopertosi sindaco, Gennaro Mannillo è caduto in un profondissimo stato di tranche, invoca la terra d’India, parla una lingua sconosciuta formulando illuminazioni che ambasciatori da tutto l’Oriente cercano ora di interpretare. Intanto è calata anche questa notte senza che nessuno abbia capito quello che questo nuovo santone vuole consegnare a questa gente, ammaliata oramai da una leggenda vivente. Verremo a conoscenza di una profezia? Un segreto inconfessabile dell’umanità? Una nuova religione?
Non resta che rimanere a Carinola per scoprire come andrà a finire questa storia incredibile.



Da RaiNotte “Speciale Santoni”, martedì 17 febbraio 2009, servizio di Marcello Nespolillis.


Guru
un'immagine del santone durante un momento di meditazione

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan