mercoledì 29 luglio 2009

Lucciole per lanterne

Quest’anno il caldo, dopo una primavera abbastanza piovosa, è arrivato all’improvviso e ci ha colti tutti un po’ alla sprovvista facendoci dei brutti scherzi.
Chi non ha avuto tempo di organizzarsi è stato colto da malori ed anche da qualche abbaglio, tanto da confondere fischi per fiaschi, strade rettilinee per piste automobilistiche, marciapiedi per parcheggi, boschi per legnaie, burroni per discariche, girasoli per marijuana, piazzette per stadi, scavi archeologici per spiagge con ombrelloni, montagne demaniali per pascoli privati, blog per bar, giardini di casa per inceneritori, feste patronali per campi di battaglia, ecc..
Sotto il cocente sole estivo può succedere di tutto. Anche che si veda arrivare la polizia ad indagare, dietro segnalazioni “anonime” (ma non tanto) su eventuali quanto improbabili coltivazioni di marijuana sul balcone di casa! Con questo caldo anche i poliziotti hanno la vista corta e  scambiano l’innocuo girasole con la pestifera Mariagiovanna.
Poveri girasoli, essere scambiati per altro!… Adesso si spiega il perché del loro girare appresso al sole… sono le palle che gli girano!
Succede anche che l’alta temperatura appanni  le lenti ai cannocchiali dei forestali tanto da non vedere il diradamento dei boschi a causa del disboscamento abusivo e selvaggio.
Il caldo afoso poi è ancora peggio, si può arrivare anche a non vedere oltre il proprio naso… e non si riesce a vedere chi sta bruciando il bosco anche se è a pochi passi da noi, o non vedere nei burroni l’immondizia scaricata.
Oppure non percepire che  un veicolo ci è appena passato a 100 Km/h a 20 centimetri dai piedi in pieno centro abitato.
O peggio ancora, non riuscire a sentire l’odore acre e intenso della plastica bruciata che proviene addirittura dal giardino di un abitazione…
… mah!… brutti scherzi fa il caldo alle zelanti forze dell’ordine costrette a correre di qua e di là sotto un sole feroce. Succede che prendono lucciole per lanterne. Succede che avvistano miraggi fantasiosi e non vedono più la realtà delle cose. Però nelle nostre zone la sera d’estate non fa molto caldo, anzi, a volte si avverte anche un leggero frescolino sulla pelle… allora come mai che neanche di notte si riescono a vedere queste cose… vuoi vedere che allora non è tutta colpa del caldo..?!
Vuoi vedere che siamo assuefatti a quest’aria stagnante che tira e ci immobilizza i sensi  tanto da credere a quel “tale” che ci fa vedere, in tv, travi e pilastri messi li appoggiati l’uno sull’altro e dice che gli alloggi per i terremotati sono terminati….?!
Sarà quest’aria a giocare questi scherzi.?! Bruttissimo affare, in questo caso, poiché gli abbagli potrebbero moltiplicarsi come i virus e perpetuarsi in saecula saeculorum!!
Bah..!? speriamo di no.

Pescefuor  d’Acqua.

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan