lunedì 12 ottobre 2009

La sicurezza al primo posto





Non bastava l’usciere, né la segreteria, né i nuovi vigili per fermare l’orda di cittadini che quotidianamente cercano un colloquio con l’amministrazione, quindi da oggi i nostri cari rappresentanti hanno deciso di fornirsi di una guardia giurata per meglio proteggere la loro incolumità. L’amministrazione, non sentendosi protetta come si deve, si è rivolta a una società napoletana di sicurezza privata che da oggi, con un suo dipendente , assicura tranquillità ai nostri affaccendati amministratori che, evidentemente, si vedono circondati ogni giorno da male intenzionati.  I contribuenti, felici ell’ennesima spesa pubblica, sono sicuramente lieti e rasserenati nel sapere che i loro rappresentanti sono ben protetti. 

Ma protetti da chi o da che? Forse sono troppi i cittadini delusi che quotidianamente cercano risposte dal sindaco? Oppure dobbiamo credere che veramente le stanze della casa comunale sono frequentate ogni giorno da delinquenti? O magari il sindaco si sente così minacciato politicamente che, caduto in piena paranoia, non ha più fiducia di nessuno al punto da assoldare un guardia spalle? M’immagino il sindaco nervoso e sudato, con lo sguardo continuamente rivolto dietro di sé, indispettito da proposte politiche non convenienti, spaventato dai fantasmi dibiasiani che si aggirano nei corridoi, isolato in una casa delle libertà diventata ormai una prigione e quindi, inevitabilmente,  scatta la paranoia e per non sentirsi più  nudo di fronte agli attacchi esterni ha piantato una guardia  giù le scale del comune, proprio di faccia al gabbiotto dell’usciere. Sicuramente non sembra più tranquilla l’amministrazione, quindi si presume che nei prossimi giorni sarà installato un metaldetector tra l’usciere e la guardia giurata nonché due pastori tedeschi sulla soglia dell’ufficio del primo cittadino. 


Scherzi a parte, credo che la presenza del nucleo della polizia urbana all’entrata della casa municipale (maggiorata con nuove unità) e la presenza dell’uscire renda ovviamente inutile e superflua l’assunzione di una guardia giurata, la quale logicamente dovrà essere pagata mensilmente. Non conosciamo i costi, e quindi possiamo solo immaginare che tra stipendio, tasse, contributi ecc. la guardia possa costare ai contribuenti circa un tremila euro al mese, che sicuramente potrebbero essere impiegati su altri fronti come ad esempio la manutenzione degli istituti scolastici e impianti pubblici come campetti di calcio, giardini, monumenti e così via. Oppure si poteva magari creare un mini nucleo part-time di guardie ecologiche che censiscono le aree bruciate in questi giorni, monitorano i boschi e denunciano i boscaioli abusivi (e di boscaioli abusivi ne abbiamo!) in modo da far fare bella figura a De Risi, in modo che nessuno possa dire che l’assessore all’ecologia è un lavativo. Insomma l’amministrazione ha paura: tanta paura che ha bisogno di maggiore protezione, e quando si ha paura tutto il resto non conta. Aspettando spiegazioni per tale scelta,  un consiglio ai male intenzionati: statev’ a casa che Gennaro non scherza.    



Jaculazione Feroce

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan