giovedì 24 giugno 2010

Da campioni a coglioni

Mo' ce la possiamo solo sognare
E così ci siamo tolti il pensiero. La nostra bella avventura ai mondiali finisce qui, con un bel 3 a 2 che ci ha regalato l’ultimo posto del girone e il ritorno a casa, oltre a tanta amarezza e vergogna. Eppure la Slovacchia non era una squadra imbattibile; ha  giocato bene per tutto il primo tempo, poi è scesa di tono. La colpa è nostra che non abbiamo saputo cogliere l’occasione, che sembravamo dei morti viventi, senza grinta, senza convinzione. Come si può chiamare una squadra simile ‘nazionale’? Una nazionale di rammolliti ecco cosa siamo con gente così!
Le scelte di Lippi sono sicuramente discutibili: ha portato ai mondiali una squadra di giocatori non in perfetta forma fisica, o almeno che non hanno saputo dare il meglio di se stessi neppure con squadre come la Nuova Zelanda e la Slovacchia, squadre rispettabilissime per carità, ma che potevano benissimo essere battute se la nostra nazionale fosse stata quella di quattro anni fa.
Anche le scelte per ogni singola partita sono discutibili. Se avesse messo Pirlo, Gattuso e Quagliariello dall’inizio, forse le cose sarebbero andate diversamente. E forse se ci fosse stato Cassano, le cose potevano andare ancora meglio. Forse.
Ma è inutile fare il processo alle intenzioni ora che siamo fuori. Diciamo le cose come veramente stanno: abbiamo fatto pena. Non c’è stata intesa in campo; troppi errori, singoli e di squadra, ci hanno regalato tre belle pallette, e dico tre, della Slovacchia che una nazionale d’elite come la nostra non può  permettersi e digerire.
La riflessione che voglio fare è una sola: vale la pena dare milioni di euro a un calciatore e ad allenatore per poi fare simili figure? Credo sia immorale valutare le loro prestazioni sportive in quel modo, quando invece dovrebbero fare un’unica cosa per guadagnarsi da vivere: ANDARE  A ZAPPARE!

Sportivo deluso

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan