domenica 6 novembre 2011

Il sindaco dei bambini


In questo periodo di crisi, gli enti locali, in particolare i Comuni, sono attanagliati dalla forte crisi economica che interessa tutta l'economia mondiale. La mancanza di fondi si ripercuote sulle normali attività amministrative dei Comuni con conseguente taglio di risorse per l 'assistenza sociale e per le manifestazioni culturali. Tra tutti i Comuni d'Italia ce n'è uno solo che non soffre di questa situazione. L'intelligenza dei suoi cittadini ha fatto sì che sia stato eletto un sindaco con tante idee innovative rivolte in particolare ai bambini. Lui è convinto che gli adulti siano irrecuperabile e pertanto bisogna pensare al domani, dedicandosi ai cittadini più piccoli.

Il sindaco di questo Comune fortunato non è quello stereostipato in giacca e cravatta; lui veste sempre in tenuta sportiva con qualche capo di colore rosso. Gli avversari sostengono che lo faccia per ricordare le sue origini di comunista, la verità è che lo fa è per essere più simpatico ai bambini. La sua azione è dedicata solo a loro ignorando completamente le esigenze delle persone mature che se la sanno vedere da soli. Lui non si interessa di lavori pubblici, tanto meno di lavoro per i giovani o delle esigenze del personale comunale. Unico atto sul personale è stato il licenziamento del comandante dei vigili urbani in modo da non dare fastidio ai cittadini indisciplinati.

Non vuole sentir parlare di bollette dell'acqua né della raccolta dei rifiuti e della relativa tassa. Non gli interessano i depuratori, tanto meno la viabilità o le telecomunicazioni. L'unica attività che lo assorbe completamente è organizzare iniziative per i bambini in modo da essere ricordato come il sindaco di questi. Ha ideato il consiglio comunale per i ragazzi per insegnare loro come si vincono le elezioni anche con pochi voti. Poi ha organizzato una conferenza sulla legalità per illustrare loro come si vive bene a Scampìa.

Allo scopo ha invitato un prete molto pratico della vita di quelle parti. Perfino i manifesti per la festa delle Forze Armate sono stati stampati con protagonisti i bambini. Invece del solito militare con il solito mezzo militare ha voluto due bambini che tenendosi per mano fanno gli auguri.
La sua idea più geniale è quella di mandare i bambini a scuola a piedi, peccato che ogni volta piova a dirotto.

Che bravo questo sindaco, che fortuna per i suoi amministrati che vengono tenuti lontani dai grattacapi che infastidiscono i cittadini degli altri Comuni! Che bello avere un sindaco dei bambini! Si pensa al bello del futuro, ignorando il brutto del presente. Tutti gli augurano di restare in carica a vita per rendere felici tutti per sempre, rendendo il suo comune il più invidiato. Volete sapere questo comune felice quale è? Semplicissimo girateli tutti e quando troverete un sindaco vestito di rosso siete arrivati.

Un bambino felice

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan