mercoledì 30 gennaio 2013

Fece anche bene?



Questo è l'interrogativo che molti si pongono in questi giorni, ovviamente la domanda si riferisce alle affermazioni di Berlusconi. Lui ha sostenuto che Mussolini sbagliò ad emanare  le leggi razziali ma fece anche cose positive. Tralasciando le motivazioni elettorali che lo hanno spinto a profferire quelle frasi la domanda resta. La risposta della sinistra dedita solo alla distruzione dell'avversario, in quel caso anche materialmente, è netta, nulla da salvare del ventennio fascista. Al contrario i pochi testi di storia che riportano quel periodo asseriscono che furono anni di progresso economico e civile per il popolo italiano almeno per i primi quindici anni. 
Si ricorda l'istituzione dell'Inps dell'Inail, del genio civile, dell'iri, delle bonifiche che diedero lavoro a tante persone fermando l'emigrazione che fino ad allora era l'unico mezzo per salvarsi dalla miseria. Furono anni in cui l'italia conquistò primati in tutti i campi, nelle costruzioni navali, in quelle aeronautica, nella carpenteria pesante e nelle opere pubbliche all'avanguardia. 

L'agricoltura fu modernizzata e assistita con contributi statali che fece fare un grande progresso ai coltivatori migliorando i loro raccolti e le loro entrate  Il tutto fu rovinato con l'emanazione delle  leggi razziali e con l'entrata in guerra a fianco della Germania che costò tanti lutti agli italiani.  Comunque l'assetto sociale ed economico della nazione è rimasto fino ad oggi insieme alle grandi opere. Oltre alle bonifiche , quasi tutti i tribunali, il foro italico, l'eur per citare solo le opere principali. La previdenza sociale e contro le malattie è stata creata da Mussolini compreso l'indennità di disoccupazione e le pensioni. Era un sistema così ben studiato che la sinistra  e company non ancora è riuscita a distruggerlo completamente.

Chi nega queste realtà è in mala fede anche perché non sanno quali opere moderne contrapporre a quelle né in campo sociale che in campo economico. Siccome sono nani politici si salvano con gli insulti e con l'oblio tacciando chi ricorda anche le positività come fascista. Chissà se è fascista chi legge i libri di storia senza pregiudizio o chi tiene gran parte dei cittadini nella miseria pensando solo ad arraffare denaro.

Storia patria

mercoledì 23 gennaio 2013

VOTATE VOTATE



Con la presentazione delle liste dei candidati al parlamento la poderosa macchina elettorale sta girando a pieno regime. Vero che le spese elettorali in Italia sono le più alte del modo in compenso si dà la possibilità a chiunque di partecipare e anche di avere un rimborso elettorale. Ce n'è per tutti i gusti, dai pensionati ai rivoluzionari con Ingroia e rivoluzionari moderati, fratelli d'Italia, amnistia e libertà per i carcerati, lega nord e grande sud, liberi da equitalia e tantissimi altri per tutti i gusti. 

A questi bisogna aggiungere i partiti tradizionali sui quali si dovrebbe concentrare il voto della maggior parte degli elettori. La Campania è una delle regioni più contese dai candidati al senato visto che alla camera sono tutti d'accordo per far vincere il Pd. La battaglia è al senato perché chi riesce a prendere un notevole numero di senatori avrà maggior forza contrattuale nella composizione del nuovo governo. Tutti dicono di voler vincere ma in realtà nessuno vuole una vittoria netta in modo da riproporre la stessa maggioranza che si è avuta l'anno scorso. Tutti insieme è bello, un ministro ed un sottosegretario per uno non fa male a nessuno, poi ci sono i consigli d'amministrazione delle banche degli enti, della rai, ecc. ecc.. Ce n'è per tutti. 

Chi paga? 

I cittadini ovviamente con le tasse che saranno ancora aumentate certamente non pagheranno i politici che già 
che già lavorano tanto per il bene dell'Italia e per gli italiani. Adesso come dicono i politici di professione la parola passa agli elettori. 

Dando uno sguardo ai candidati della circoscrizione cui appartiene Carinola si ha ampia possibilità di scelta. Chi vuole votare per il pd vota Letta, ne vota uno ne prende due. Deve far votare anche i parenti se vuole far entrare la Picierno l'unica casertana presente in lista. Purtroppo l'altro casertano, Caputo, lo hanno brutalmente eliminato nonostante fosse arrivato primo alle primarie. Per il pdl c'è la coppia Carfagna Degirolamo insieme a tutti napoletani così li difendono. Chi vota sinistra e libertà avrà il piacere di eleggere Vendola così si potrà sposare. Gli elettori Udc potranno votare la coppia Zinzi Demita in modo da perpetuare il nome in politica. I più seri voteranno futuro e libertà in modo da eleggere la coppia Fini Bocchino simboli dell'onestà e della coerenza. Al senato oltre a Berlusconi, Buttiglione,Casini, si potrà votare anche un altro giovanotto cioè Monti che ci aiuterà a peggiorare la nostra situazione economica anche nel 2013. Insieme a questi baldi giovanotti si potrà votare anche Katanga pseudonimo del console Vattani candidato della destra di Storace.

 Non manca nulla e nessuno tutti pronti a sacrificarsi per il bene del popolo ed impegnarsi a tutelare i loro interessi. Si potrà scegliere liberamente a chi dare il proprio voto ma si potrà scegliere liberamente anche di mandarli tutti a quel paese votando Il movimento Cinque Stelle così da pulire un pò il parlamento italiano inquinato dal malaffare.



Disqus

mercoledì 16 gennaio 2013

Affari tuoi o fatti suoi?



Tantissimi conoscono la popolare  trasmissione televisiva ""affari tuoi"". In quella trasmissione un concorrente sceglie una serie di pacchi alla ricerca fortunosa di quello contenente cinquecentomila euro.Il conduttore in sala con il concorrente di turno è in collegamento con un personaggio sconosciuto a tutti tranne che a lui. Questi gli detta il da farsi per telefono cosicché tutto il gioco è deciso dal personaggio che non è sulla scena. Pochissimi sanno che il gioco dei pacchi si fa pure in uno sperduto e arretrato comune della provincia di Caserta, Stesso impianto del gioco con dei concorrenti, un conduttore che è anche l'autista del personaggio che sta nell'ombra e dirige il gioco e tantissimi concorrenti.Le modalità del gioco sono le stesse ma con alcune differenze sostanziali ad esclusivo interesse dei conduttori. Anche qua ci sono i pacchi ma a differenza della trasmissioni sono molto di più di venti, il loro numero aumenta in virtù dell'approssimarsi delle consultazioni elettorali. Altra differenza è che i pacchi sono tutti uguali ed anche di scarso valore, ma quando si dà qualcosa gratis la riconoscenza è assicurata.Torniamo al gioco, l'autista conduttore seleziona i concorrenti raccogliendo le loro domande dopo averle sottoposte al vaglio del suo capo provvede alla distribuzione con un sorteggio le cui regole sono note solo a loro. Un gioco facile come quello televisivo a cui concorrono in tanti e quasi tutti vincono perchè si tratta di generi alimentari del valore di meno di cinquanta euro. Un gioco semplice che sembra andare nell'interesse dei concorrenti che non pagano nulla per parteciparvi,,  In effetti è molto più redditizio per gli affari elettorali di quelli che conducono il gioco in quanto con quel pacco li indurranno a votare per loro o per chi decideranno loro, o meglio per chi deciderà lui. 

Il Notaio 

P.S. dalle ultime notizie sembra che prima delle prossime elezioni saranno sorteggiati più di duecento pacchi.......tutti uguali.

giovedì 10 gennaio 2013

Anno nuovo politica vecchia



Sono trascorsi pochissimi giorni da quando si è festeggiato l'arrivo del nuovo anno augurandosi che sia migliore del precedente. Oltre all'augurio per la salute che va sempre al primo posto ci si è augurato migliori condizioni economiche e più fiducia nel futuro. Dopo l'anno orribile  delle sciagure e dell'aumento vertiginoso della disoccupazione, il tutto condito con tante tasse ci si aspetta un anno migliore. 

Difficile immaginare un anno peggiore di quello appena trascorso visto che che si è convissuto con la Fornero ed i suoi provvedimenti che hanno colpito vecchi e giovani. Ci si augura qualcosa di meglio anche perché ci saranno le elezioni e se ne andranno le mummie che sono al governo. Ci si augura che i successori siano più umani e più vicini al popolo ma dalle prime battute della campagna elettorale sembra che non cambierà nulla, è cambiato solo l'anno. 

Avremo ancora Berlusconi, Bersani, Fini, Casini ed anche Bocchino deputato lanciato in politica a Casal di Principe. Tutti vivranno sotto il ricatto di Monti che sarà là pronto a tornare sulla sedia che tanto gli piace di presidente del consiglio. Cosa ci si potrà aspettare di buono da questi individui è facile immaginarlo, privilegi a loro tasse ai cittadini. Come cambiare è arduo in quanto i pochi movimenti che promettono qualche novità sono relegati in un angolino dall'informazione che purtroppo conta. Pseudo giornalisti della carta stampata e televisivi in questo momento daranno il meglio per ingraziarsi i loro protettori che li ricambieranno con una promozione o addirittura con una candidatura sicura - vedi Zavoli, Mineo, Capacchione ecc. L'inizio della campagna elettorale fa presagire chiaramente anche il risultato finale della competizione elettorale. Saranno eletti sempre gli stessi visto che i nomi si conoscono in anticipo. Grazie alla legge elettorale che hanno voluto nonostante un milioneduecentomila firme di cittadini che ne chiedevano l'abrogazione si assicurano il posto anche stando a sciare. Pertanto da politici vecchi non ci si potrà aspettare una politica nuova nonostante le chiacchiere della campagna elettorale e ci si dovrà rassegnare ad un lento ma inesorabile declino.  

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan