domenica 25 gennaio 2015

Ricordi sporchi d'inverno


Era parecchio tempo che non guardavo foto del paese dove sono cresciuto, poi  giovedi' pomeriggio, per caso, nell'appartamento di R, un amico brasiliano di origini italiane, ne sono venute fuori assai e quasi per magia hanno colorato quelle ore. Cosi' sulle foto ci siamo messi a chiacchierare.


***
                                                                            
Improvvisamente sullo schermo del Pc appare la foto della fonte battesimale trovata a Forum Popilii, le carriole di terra, le ragazze e i ragazzi della Sun. Il sole cocente, il sudore, i sorrisi bianchi.
Wow! ha esclamato R,  ma è bellissimo!!come avete fatto?!Deve essere stata proprio una bella esperienza...

[Si, lo è stata ed i ricordi si sono messi su un treno che correva di pomeriggio, per attraversalo dolcemente].


***
Poi gli ho mostrato foto di Palazzo Petrucci, il Convento di San Francesco, l'Episcopio, il borgo di Casale, le colline di Casanova, la Cattedrale di Carinola, i terreni a coltura a Nocelleto...gli ho parlato delle processioni, dei nostri bar, di San Giuseppe, della caccia al cinghiale, del mare a due passi, del vino Falerno, di San martino e Monte Massico..e di tanto altro ancora..

[la mia voce era rapita dalla luce dei ricordi]

***


R: Come mai te ne sei andato?! Sembra proprio un bel posto..

Io: Si lo è..solo che manca lavoro ..
.. e manca pure..

[ le parole erano piene di rabbia 
e quando è cosi' si gelano dentro
vi rimangono
aspettando di sciogliersi dopo l'inverno]












Mas

domenica 18 gennaio 2015

Io non sono Charlie


Il mondo intero è rimasto scosso, come è giusto che sia, dal duro attentato terroristico ai giornalisti francesi del satirico Charlie Hebdo. Un colpo tremendo  che ha suscitato orrore, paura e rabbia sia in Occidente che nell’Oriente moderato. La domanda che oggi, dopo un simile atto criminoso, corre in molte coscienze è: si poteva evitare tutto questo? 
Per molti è facile puntare il dito contro il fondamentalismo islamico e il suo terribile terrorismo, ma siamo cosi sicuri che l’Occidente non abbia la sua parte di responsabilità? Siamo cosi sicuri che non abbia colpa alcuna in quello che è accaduto? Francamente no, non ne sono cosi sicuro.

Credo che l’Occidente abbia la sua bella parte di responsabilità e non può certo esserne soddisfatto. E’ molto semplice giustificarsi, nascondendosi dietro un paravento di pseudo libertà; la libertà di stampa, la libertà di parola, la libertà  di tutto. Ma dove finisce la libertà di una persona?... Finisce là dove comincia quella di un altro. Frase scontata,  ma non sempre osservata.
I giornalisti del Charlie Hebdo sono state le vittime di questa mancata osservanza di una semplice regola del vivere civile e questa inosservanza ha innescato un meccanismo subdolo di vendetta e ferocia.
Non si può ignorare che il fanatismo islamico esista e sia pericoloso, né si può pensare di arginarlo ridicolizzando ciò che per esso è sacro con delle vignette satiriche. Per conto mio, è il metodo più sbagliato che possa esserci e che mette in pericolo non solo l’intero occidente, ma anche e soprattutto le numerose minoranze cristiane che vivono in paesi islamici e che diventano bersagli di rabbia e di vendetta.
Credo invece che il rispetto per l’altrui religione sia sempre alla base della civile convivenza. Là dove questo rispetto non c’è, è chiaro che si scherza con il fuoco e si agita un bastoncino in un vespaio.
Purtroppo, non tutti i popoli riescono a raggiungere lo stesso livello di civiltà e di democrazia ed alcuni non le raggiungono mai. Non tutti i popoli condividono la stessa cultura. Pretendere che le raggiungano in un attimo, sapendo sorridere a certe provocazioni, è una superbia tutta occidentale.  


Ali Baba

giovedì 15 gennaio 2015

Uomo avvisato, mezzo salvato..




Giggi corri, presto: 

mettici un cerotto...! 




 Giunto in Comune un avviso di garanzia in cui risultano indagati il sindaco di Carinola Luigi De Risi ed il capo dell'Ufficio Tecnico D. Menditto per assenza di depuratori nello scarico delle acque delle fogne. 

Tuttavia anche i sindaci precedenti e tutta la classe politica passata dovrebbero sentirsi in qualche modo colpevoli agli occhi del popolo per aver sempre "lasciato correre" le acque delle fogne nei terreni. 

Piu' in generale, la maggioranza del popolo di Carinola e la classe politica che poi rispecchia, ha sempre sottovalutato i problemi ambientali e le relative soluzioni. 

Cosi', quando finalmente l'educazione ambientale sarà studiata sui banchi di scuola, i nostri politici finiscono tra i banchi degli imputati. 

Il  popolo? Cammina a bocca aperta e continuerà a votare e rivotare sempre gli stessi volponi, come per una maledizione 
antica di cui non riusciamo a liberarci...

 
Design by Free WordPress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Themes | Lady Gaga, Salman Khan